Non occorrono Carte di Credito. Pagamento posticipato con Bollettino Postale. Il tuo carrello | La Libreria ON Line


 
Il commercio degli angeli rosa
di Dalila Speziga
Edizioni Mauro Miotti
Romanzo
352 pag. - Euro: 14,90
ISBN: 978-88-905958-7-5
 
Metti nel carrello

 
...presi in mano
la mia bambola,
la guardai
e fu come vedere
il mio riflesso,
un finto riflesso
che non mi apparteneva,
io non ero più lei.

 
Recensione di Tommaso Listo
“Il commercio degli angeli rosa” è la storia di Wendy, rapita appena undicenne in una città del Bangladesh e sottomessa a un brutale regime di sfruttamento, che la priverà della sua infanzia e umilierà il suo essere donna. Ma proprio nel grembo di tanta crudeltà il destino ha in serbo per Wendy la forza più tenace: quella di un grande amore. Un amore che cresce insieme a lei e si fa sempre più consapevole e potente, sostenendola oltre la stessa volontà di sopravvivere; perché dove quest’ultima ci abbandona quando ogni fibra del corpo è ormai logora e sfinita, il grande amore può trascendere qualsiasi limite.
Oltre a essere una vicenda appassionante, ricca di tensione e colpi di scena fino alle ultime pagine, “Il commercio degli angeli rosa” si distingue per la sensibilità e la partecipazione con cui racconta dell’animo femminile, presentato al lettore attraverso la costruzione di un prisma di emozioni, personaggi e circostanze, perché solo così se ne può parlare; l’essere bambina e l’essere madre, la sessualità come violenza subita e come passione cercata, la sottomissione all’uomo e l’uomo come complemento, la fragilità e la forza, l’invidia e la solidarietà. Saranno una serie di donne memorabili, sfilando lungo le pagine del libro, a incarnare via via questi aspetti: Wendy ovviamente, la protagonista assoluta e voce narrante, ma anche Savannah, amica, sorella e madre, e poi Abira, terribile aguzzina, o Yasmin, esotica e tragica. In tal senso, il contesto della legge islamica, estremamente rigida verso la donna, non fa che amplificare la risonanza di ognuno dei temi menzionati. Al toccante realismo di queste figure femminili si affianca una rappresentazione dell’uomo che lo riconduce a certe sue radici archetipiche; quelle che ne fanno un orco oppure un principe azzurro, rendendo “Il commercio degli angeli rosa”, tra le altre cose, una fiaba del nostro tempo.
 

Dalila Speziga nasce a Sassari nel 1993. Si appassiona giovanissima all’arte del narrare e a 14 anni scrive il romanzo fantasy “Pearl Enchant – il 18° compleanno di Kayla”. Frequenta l’Università di Scienze politiche di Sassari ed è tra i vincitori della “XV Rassegna nazionale di Poesia e Narrativa Anna Malfaiera”. Sogna un futuro come regista cinematografica per trasformare le sue storie in lungometraggi.

 

 
Se anche tu hai letto questo Libro e vuoi lasciare un commento, clicka sul tasto che segue!