Il Rifugio degli Esordienti
Lettura Incrociata Agenda Esordiente Iniziative Interattive Soccorso Esordiente Professione Esordiente Vetrina Esordienti

Il Rifugio degli Esordienti

Riuscire a raccontarsi, a presentare senza autocelebrarsi un'iniziativa nella quale si è messo il cuore non è cosa semplice. Eppure, eccomi qui a parlarvi del Rifugio degli Esordienti [http://www.danaelibri.it/rifugio], il sito internet che curo con passione dalla fine del 1998, interamente dedicato agli scrittori. Credo che la strada migliore per presentarvi questo sito, sia quella di raccontarvi come e perché sia nato, ripercorrendo insieme a voi le tappe della sua storia.

Per tutti gli scrittori dilettanti, il momento decisivo della carriera, l'attimo in cui il destino stabilisce se scrivere dovrà restare soltanto un passatempo personale, o se il frutto della propia mente riuscirà a raggiungere il grande pubblico, coincide quasi sempre con la ricerca del primo editore. Dopo aver messo in bella copia il proprio lavoro, dopo aver ascoltato il parere sincero degli amici più cari, dopo aver superato quella fase imbarazzante nella quale lo scrittore dilettante teme di prendersi troppo sul serio anche solo se tenta di trovare un editore interessato ai suoi scritti, o un concorso letterario al quale pertecipare, l'esordiente decide finalmente di iniziare la propria ricerca. E capisce subito di non avere tanti punti di partenza. Raccoglie gli indirizzi delle case editrici dalle copertine dei volumi della propria biblioteca, consulta le Pagine Gialle, lasciandosi spesso accalappiare dagli occhielli con chiari inviti ai nuovi autori, si rivolge ad amico per indagare sulla strada seguita da quel conoscente che una volta, gli pare, abbia pubblicato un libro o vinto un concorso di poesia.
E così, spesso, dopo aver spedito il suo testo ad un paio di concorsi ed aver tentato di contattare dieci, o al massimo venti, case editrici, dopo aver ricevuto sì e no un paio di risposte di editori, rammaricati di non avere tra le proprie collane una linea adatta a quel volume, dopo aver ricevuto qualche richiesta di diversi milioni da parte di altri imprenditori che non mancano mai di ricordare come Moravia, Proust e tanti altri abbiano iniziato la propria carriera finanziando personalmente la pubblicazione delle prorie opere, la ricerca del nostro scrittore in erba si concude tristemente in silenzio, con un buco nell'acqua.

Quando, a settembre del 1997, completai il mio primo romanzo RALF [poi pubblicato, nel gennaio 2000, dalla la casa editrice Taurus di Torino] ero esattamente nella situazione appena descritta. E quando finalmente mi decisi a darmi da fare fui assalito dalle mille domande che sempre assalgono tutti gli scrittori dilettanti quando giungono a questo punto della loro carriera.
Cosa fare? Come proteggere dal plagio le proprie opere prima di spedirle in giro in lettura? Come riuscire a muovere i primi passi alla ricerca di un editore? Come imparare rapidamente a difendersi dalle insidie che possono nascondersi dietro le proposte editoriali di operatori poco seri?

Certo che qualcuno prima di me si fosse posto lo stesso problema e magari lo avesse già affrontato e risolto, mi lanciai sul web alla ricerca di un sito che contenesse le risposte alle mie terribili domande...
In effetti di siti che, in un modo o in un altro, si interessavano di letteratura e di scrittori dilettanti ne trovai tantissimi, ma nessuno che fosse in grado di offrirmi le risposte che cercavo! Così, dovetti cominciare a raccogliere in giro le informazioni che potevano essermi utili... qui un elenco di indirizzi, là una serie di concorsi letterari, da qualche altra parte un articolo con qualche consiglio su come muoversi nel mondo editoriale. Fu un lavoro abbastanza faticoso ma dopo qualche mese avevo già messo da parte un bel po' di informazioni utili. Da lì al pensare che quel ricco database potesse risultare prezioso anche per tanti altri scrittori dilettanti che si fossero trovati nella mia stessa situazione, il passo fu breve, e così cominciai a pubblicare questi dati, disordinatamente, sulla mia home page personale. Fu quello il nucleo iniziale del Rifugio.

Ben presto, però, questa sezione cominciò a diventare la parte più voluminosa e visitata della mia home page finché, a gennaio del 1999, se ne distaccò del tutto, cominciando a vivere di vita propria. Da allora, intorno alla mia idea iniziale, si è raccolta un quantità insperata di amici che col loro impegno hanno reso possibile la nascita di tante nuove iniziative, ed il continuo aggiornamento dei nostri archivi: fattori che, insieme alla completa gratuità di tutti i servizi offerti, sono stati sicuramente fondamentali nel determinare il successo di questo sito, che riceve oggi una media di oltre 2000 visite al mese e si avvale di una redazione di sette persone con compiti ben precisi, cui si affiancano decine e decine di collaboratori esterni, che rendono possibili iniziative davvero uniche al mondo!

Dal punto di vista grafico, come vedete, il Rifugio è organizzato in maniera semplice ma efficace. Come il desktop di un PC, la pagina principale del sito presenta un certo numero di icone che consentono di accedere alle varie sezioni.

La prima fila di icone è dedicata all'informazione in tempo reale, ai consigli e alle iniziative interattive. Nella pagina delle News, relativa alle informazioni, i visitatori del Rifugio possono trovare una serie di notizie "fresche di giornata" a proposito di incontri, opportunità, e manifestazioni dedicate proprio agli scrittori e agli amanti del libro.

La pagina dei consigli, denominata Soccorso Esordienti, raccoglie invece una serie di articoli densi di suggerimenti relativi alla maggior parte dei problemi pratici che si incontrano nella ricerca di un editore, nei contatti con le case editrici, nella protezione degli inediti ed altro ancora. Suggerimenti e consigli che, grazie alle centinaia di mail che il Rifugio ha ricevuto su questi argomenti, rappresentano il frutto, o forse sarebbe meglio dire il distillato, delle esperienze di tantissimi scrittori dilettanti che hanno già dovuto affrontare queste esperienze.

E poi ci sono le Iniziative Interattive tra cui primeggia la riuscitissima Lettura Incrociata, un servizio gratuito (come tutti quelli del Rifugio, del resto) di correzione bozze e valutazione testi, abilmente coordinato dalla bravissima Piera Rossotti, attraverso il quale sono già transitate diverse centinaia di lavori (racconti e poesie) spediti ad un apposito indirizzo di e-mail per essere analizzati, corretti e valutati in modo anonimo da un team di validi lettori. Da questo servizio, agli inizi del 2001 è nata poi la prima pubblicazione cartacea a cura del Rifugio, R@cconti senza rete, un'antologia che raccoglie i 24 migliori racconti esaminati nel corso del 1998 e 1999 dal servizio di Lettura Incrociata, cui ha fatto seguito ad ottobre del 2002 Oltrel@rete, il volume con i 15 migliori racconti esaminati tra il 2000 e il 2001.

La seconda fila di icone è riservata invece agli archivi: probabilmente il più ricco database di informazioni a disposizione degli scrittori e degli editori italiani. È qui che troverete la Vetrina degli Esordienti, una collezione di sintetiche schede anagrafiche con dati ed opere di valenti scrittori dilettanti, a disposizione degli editori. Ed è sempre in questa fila che troverete l'Agenda dell'Esordiente, con gli elenchi delle case editrici, delle agenzie letterarie, delle riviste letterarie, dei concorsi letterari per romanzi... Pagine e pagine di indirizzi, di numeri di telefono, riferimenti, indirizzi internet ed altro per contattare più di cinquecento operatori del settore del libro. Ma non basta! Grazie ad un'iniziativa di certificazione degli operatori più affidabili, nei nostri elenchi troverete, accanto agli operatori che ci sono stati segnalati da chi ha utilizzato con soddisfazione i loro servizi, un "bollino di qualità" che aiuterà a fare un po' di luce nel difficile mondo dell'editoria. E se ancora non vi basta, sempre sulla seconda fila di icone, troverete due pagine di link: quella degli Amici famosi, che consente di raggiungere rapidamente le home page di amici del Rifugio che ormai hanno fatto strada nel mondo del libro, come Luca Masali o Carmen Covito, e quella dei Siti per gli Scrittori, con decine di collegamenti ad altri siti letterari.

L'ultima fila di icone consente infine l'accesso agli articoli e ad altre informazioni utili. Potrete così accedere a Professione Esordiente, una raccolta di articoli pieni di consigli utili scritti appositamente per il Rifugio da professionisti del mondo del libro, alla sezione Esperienze dove alcuni dei nostri amici raccontano le loro brutte storie di "ordinaria editoria", ai risultati del nostro Sondaggio Permanente sull'editoria dove potete scoprire in cifre cosa vi aspetta, "statisicamente parlando", se siete scrittori esordienti, e alla pagina dei nostri Collaboratori, un omaggio a chi ha deciso di offrire GRATUITAMENTE una parte del suo tempo al Rifugio ed ai suoi visitatori.

Ma ci sono già altre nuove iniziative che bollono in pentola: per scoprirle dovete continuare a visitare le nostre pagine, oppure scriverci una breve e-mail e chiederci di essere inseriti nella nostra mailing-list che, nel principio di non invadenza, raggiunge quasi 1.500 affezionati soltanto 10 volte l'anno.

Non credo che con le parole si possa dire di più a proposito del Rifugio e perciò, visto che ci siete, non posso che invitarvi a sfogliare tutte le nostre pagine, e a valutare con i vostri occhi le potenzialità di questo sito.

In conclusione è forse soltanto il caso di spendere qualche parola sulla particolarità di questo sito nel panorama del mondo internet. Il Rifugio è infatti uno dei pochi siti, anche se non si limita l'analisi al solo ambito letterario, ad aver saputo interpretare davvero il ruolo e la funzione di internet in relazione agli altri mezzi comunicazione. Un sito che sa sfruttare appieno le capacità di penetrazione e di interattività di questo nuovo mezzo, per offrire ai suoi Visitatori una serie di servizi on-line difficilmente fruibili da una fonte diversa, senza volersi sostituire ad altre forme di comunicazione e di aggregazione già esistenti. Il Rifugio non è una rivista, non è un'associazione e non è un programma televisivo, ma è tutte queste cose insieme... e nessuna di esse. Qualcosa, insomma, che non potrebbe esistere in nessun altro luogo se non sul web!